Installa l'app Worldsoul per una navigazione più veloce:

Get it on Google Play

Termini di servizio

Informativa sulla Privacy e Cookie Policy


Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 13 del D. Lgs. 196/2003 – Codice della privacy.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica WorldSoul - Onlus (d’ora in poi “WorldSoul”) con sede in, Via Ciovassino 1/a (20121 Milano), quale gestore e responsabile del dominio www.worldsoul.it e delle App ad esso collegate e titolare del trattamento, fornisce la seguente informativa a tutti gli utenti, a prescindere dalla loro registrazione, ai sensi dell’art. 13 D. Lgs. 196/2003 e ad ogni effetto di legge.

L’iscrizione al sito e la fruizione dei servizi erogati comporterà il trattamento dei dati personali richiesti. Questi saranno forniti dall’utente, al fine di garantirne l’iscrizione, l’utilizzo della piattaforma in veste di utente, l’invio dei pagamenti tramite i circuiti collegati, adempiere agli oneri imposti dalla legge a fini fiscali e di pubblica sicurezza, per finalità di tipo amministrativo e contabile, per l’eventuale iscrizione a mailing list. In particolare, i dati richiesti all’utente al momento di transazioni di pagamento vengono raccolti e trattati esclusivamente dagli intermediari finanziari che gestiscono i sistemi di pagamento utilizzati da WorldSoul, e pertanto si deve fare riferimento anche alla Privacy Policy del gestore del servizio di pagamento, così come, qualora si utilizzasse la tecnologia Facebook Connect (che consente di eseguire azioni con l’account Facebook dell’utente e di raccogliere informazioni, inclusi dati personali) si deve fare riferimento alla relativa documentazione ed alla Privacy Policy di Facebook.

In particolare, il conferimento dei dati, comunque facoltativo, è tuttavia necessario per dare seguito alle operazioni effettuate tramite il sito, per lo sviluppo della piattaforma e per l'invio di comunicazioni relative allo stato di attuazione dei progetti da parte dei soggetti coinvolti. In mancanza di risposta nella comunicazione dei dati richiesti come obbligatori (username, email e password) non sarà possibile fruire dei servizi della piattaforma.
La logica applicata al trattamento dei dati è strettamente correlata alla finalità di fornitura del servizio richiesto.
I dati personali raccolti con la registrazione, che costituisce consenso (comunque revocabile) dell’utente al loro trattamento di cui infra, potranno essere trattati da incaricati preposti alla gestione dei servizi richiesti.

In particolare, titolare del trattamento è la suddetta Associazione Sportiva Dilettantistica WorldSuol - Onlus(d’ora in poi “WorldSoul”) con sede in Milano, Via Ciovassino 1/a, che custodisce i dati personali oggetto del trattamento in modo da ridurre al minimo i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, nonché di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito e non conforme alle finalità di raccolta. Detto trattamento sarà effettuato con mezzi elettronici o comunque automatizzati, consentendo l’accesso alle sole persone incaricate dal titolare del trattamento, la cui attività è limitata ai trattamenti e alle banche dati indispensabili alla fornitura del servizio. In tal modo il flusso di dati personali risulta essere un trasferimento interno, non necessitando di adempimenti ulteriori rispetto a quelli indispensabili alla prima acquisizione dei dati da parte del titolare.

I dati potranno essere comunicati ai soggetti che ne abbiano diritto in forza di disposizioni di legge o provvedimenti dell’autorità giudiziaria; società che si occupano dei circuiti di pagamento tramite i quali vengono effettuate le transazioni sul sito, ed eventualmente comunicati agli enti coinvolti nei progetti e agli istituti bancari e finanziari per dare esecuzione alle donazioni; società o professionisti incaricati della gestione o manutenzione del sito.
I dati personali saranno conservati per il solo tempo necessario a garantire la corretta prestazione dei servizi offerti dalla società, fatti salvi gli obblighi di conservazione imposti dalla legge.

Ai sensi dell’art. 7 del Codice Privacy, l’utente ha il diritto di:
- ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la loro comunicazione in forma intellegibile;
- ottenere dal titolare: indicazioni sull’origine dei dati personali, sulle finalità e sulle modalità del trattamento, indicazione degli estremi identificativi del titolare, indicazioni circa i soggetti o le categorie di soggetti a cui i dati possono essere comunicati o che possono venire a conoscenza degli stessi in qualità di rappresentante designato sul territorio dello stato, di responsabili o incaricati;
- ottenere: l’aggiornamento, la rettificazione o l’integrazione dei dati che riguardano l’utente; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge; l’attestazione del fatto che le operazioni sopra indicate sono state portate a conoscenza anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, salvo il caso in cui tale adempimento risulti impossibile o comporti l’impiego di mezzi manifestamente sproporzionati rispetto al diritto tutelato;
- opporsi, in tutto o in parte: per motivi legittimi, al trattamento dei dati, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; al trattamento dei dati personali, previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
I diritti di cui sopra potranno essere esercitati con richiesta rivolta senza formalità al titolare all’indirizzo di posta elettronica worldsoulsrl@legalmail.it

Informativa sulla Cookie Policy


WorldSoul fornisce di seguito informazioni circa i cookie presenti nel sito www.WorldSoul.it

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. "terze parti"), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità (es. esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.).

Si individuano pertanto due macro-categorie: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
- Cookie Tecnici: i cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Questi possono essere suddivisi in: (i) cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web; (ii) cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; e (iii) cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.
- Cookie di Profilazione: i cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete.

WorldSoul non utilizza cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici al fine di trasmissione di identificativi di sessione necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito e per svolgere altre attività strettamente necessarie al funzionamento dello stesso.
WorldSoul potrà far uso di cd. cookie analytics che, tramite la raccolta delle informazioni sulle necessità degli utenti e l’analisi degli accessi al sito, consentono l’ottimizzazione dei servizi online forniti dal sito.
Questi dati sono raccolti in forma statistica, anonima ed aggregata per le seguenti specifiche finalità: analisi della provenienza dei visitatori; rilievo del numero dei visitatori; individuazione delle aree del Sito maggiormente visitate.

Per il raggiungimento delle sopra descritte finalità, possono essere utilizzati i cd. cookie persistenti che rimangono memorizzati sul disco rigido del computer dell’utente fino alla loro scadenza o cancellazione da parte dello stesso. Come previsto, tra l’altro, dal Provvedimento dell’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali n. 229 dell’8 maggio 2014, per queste tipologie di cookie non è richiesto alcun consenso dell’utente e, pertanto, saranno installati automaticamente all’accesso al Sito.

Condizioni di servizio


1. WorldSoul è una piattaforma web realizzata e gestita da Associazione Sportiva Dilettantistica WorldSuol - Onlus (d’ora in poi “WorldSoul”) con sede in Milano, Via Ciovassino 1/a, attraverso la quale è data visibilità a progetti di utilità sociale, al fine di sollecitare donazioni da parte degli utenti per la loro realizzazione.


2. WorldSoul non è solo un modo semplice e sicuro per fare del bene, ma anche una grande community di cui l’utente può far parte, qualora non selezionasse la navigazione anonima, come pur possibile.

L’utente che desiderasse partecipare al nostro social network, avrà una pagina personale dove potrà indicare ogni informazione su di sé e condividere contenuti iconografici, purché non lesivi di diritti altrui.
2.2. Ogni media caricato sarà oggetto di una licenza non esclusiva, trasferibile, che può essere concessa come sottolicenza, libera da royalty e valida in tutto il mondo, che consente l'utilizzo dei contenuti pubblicati su WorldSoul e che terminerà nel momento in cui l'utente elimina il suo account e ne faccia richiesta inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica info@worldsoulonlus.com

2.3 L’utente, prendendo l'iniziativa di divulgare e di diffondere attraverso WorldSoul informazioni, dati, testi, contenuti e immagini che lo riguardano, rinuncia a qualsiasi azione contro WorldSoul, in particolare per un'eventuale lesione del diritto all'immagine, al suo onore e alla sua reputazione, all'intimità della sua privacy, risultanti dalla diffusione o dalla divulgazione di informazioni che lo riguardano.
Per lo stesso motivo, WorldSoul non può essere considerata responsabile della correttezza o inesattezza delle informazioni e dei contenuti forniti dagli utenti.
2.4 L’utente si impegna non pubblicare comunicazioni commerciali non autorizzate; non raccogliere contenuti o informazioni degli utenti usando strumenti automatizzati; non intraprendere azioni di marketing utilizzando la piattaforma per scopi estranei alle finalità umanitarie cui è dedicata; non cercare di ottenere informazioni di accesso o di accedere agli account di altri utenti; non denigrare, intimidire o infastidire altri utenti o gli enti affiliati; non pubblicare contenuti minatori, pornografici, con incitazioni all'odio o alla violenza o con immagini di nudo o di violenza esplicita o gratuita.

Resta inteso che i marchi, i loghi, la grafica, le fotografie, le animazioni, i video e i testi contenuti sulla piattaforma sono di proprietà di WorldSoul, e non possono essere riprodotti, utilizzati o rappresentati senza l'esplicita autorizzazione; i trasgressori saranno perseguibili in giudizio.

2.5 Gli utenti, pur potendo utilizzare username di fantasia, si impegnano a non fornire informazioni personali false o creare un account per conto di un'altra persona senza autorizzazione; non creare più di un account personale; non creare un altro account senza la nostra autorizzazione, se l'account originale viene disabilitato; non usare il proprio account personale per ottenere profitti commerciali; non usare WorldSoul se non ha compiuto 18 anni; assicurarsi che le proprie informazioni di contatto siano sempre corrette e aggiornate; non condividere la propria password né consentire ad altre persone di accedere al proprio account o di eseguire qualsiasi altra azione che potrebbe mettere a rischio la sicurezza del suo account (nessuna responsabilità potrà essere attribuita a WorldSoul per lo smarrimento o l’utilizzo da parte di terzi delle suddette credenziali); non trasferire a terzi il proprio account senza previa autorizzazione di WorldSoul.

3.1 WorldSoul sostiene in particolare il mondo dell’equitazione, con specifico riferimento a persone con disabilità che tuttavia intendono praticare questo sport, ma anche ed eventualmente progetti di ONLUS che ne condividano lo spirito umanitario. Nel primo caso, l’utente potrà effettuare donazioni per sostenere l’attività dell’ente, senza scopo di lucro, e in tal caso riceverà la qualifica di sostenitore con relativo certificato in formato digitale. Nel secondo caso, ciascun progetto, per conto del cui ente di riferimento WorldSoul impegnerà a raccogliere e trasferire le donazioni ricevute, avrà una propria sezione sulla piattaforma, contenente la descrizione delle caratteristiche del progetto, dell’ente beneficiario e promotore, l’importo previsto per la realizzazione, il termine iniziale e finale entro i quali possano essere effettuate le donazioni, unitamente a riferimenti e contatti per richiedere ulteriori informazioni riguardanti il singolo progetto o la raccolta fondi.
3.2 WorldSoul agisce per sé, ma anche ed eventualmente quale soggetto incaricato dall’ente, autorizzato a raccogliere le donazioni e dunque assumendo verso gli utenti il solo obbligo di effettiva destinazione delle stesse all’ente beneficiario, secondo gli accordi con quest'ultimo intercorsi, il quale sarà responsabile nei confronti dei soggetti donanti dell’utilizzo della somma conformemente ai modi e ai fini sociali indicati nella sezione di riferimento.
3.3 Si rende noto che, quando WorldSoul raccoglierà donazioni enti terzi, a copertura dei costi di gestione della piattaforma, dei costi amministrativi e per l’attuazione dell’oggetto sociale della società, sarà trattenuta una percentuale sul totale ricavato pari all’8%, oltre IVA ove applicabile ai sensi di legge, in accordo con gli enti beneficiari.

4. Con la compilazione e l’invio del form di registrazione online, l’utente accetta le presenti condizioni di utilizzo del servizio e concede il consenso al trattamento dei dati personali, previa lettura dell’informativa ai sensi dell’art. 13 D. Lgs. 196/2003, al fine di poter effettuare le donazioni e consultarne lo storico, qualora decida di rendere tali informazioni visibili a terzi non optando per l’accesso in forma anonima, anche eventualmente attraverso i social network cui lo stesso è iscritto o registrato.

5.1 Le donazioni dovranno essere effettuate con carta di credito su circuito bancario sicuro via PayPal, come da procedura guidata che accompagnerà l’utente nel perfezionamento del versamento.
In tal modo sarà possibile consultare in ogni momento lo stato delle donazioni per la realizzazione del progetto e l’esito della raccolta fondi, rispetto alla quale, a richiesta dell’utente, l’ente potrà fornire la documentazione comprovante la ricezione della somma pattuita, al netto dei costi di gestione e transazione bancaria, al fine di garantirne la massima trasparenza e tracciabilità.

5.2 Si rende noto che le donazioni verso ONLUS godono dei benefici fiscali previsti dalla normativa vigente. In occasione della dichiarazione dei redditi annuale, sia le persone fisiche che le imprese possono dedurre le liberalità effettuate dal reddito secondo i parametri fissati dall’art.14 del D.L. 14/03/2005 n. 35, conv. L. 14 maggio 2005, n. 80 e dal D.P.R. n. 917/86. L’utente che si trovasse nelle condizioni previste dalla normativa, al fine di dedurre l’importo donato, dovrà dare preventiva comunicazione di volersi avvalere di detti benefici a WorldSoul, per così essere informato circa le procedure da seguire a tal fine.

5. Tutte le controversie che dovessero insorgere in relazione alle presenti condizioni di utilizzo del servizio, disciplinate dalla legge italiana, comprese quelle inerenti alla loro validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione saranno di esclusiva competenza del Tribunale di Milano.

6. WorldSoul si riserva la facoltà di aggiornare o modificare le presenti condizioni di utilizzo del servizio e l’informativa privacy, dandone comunicazione agli utenti ai sensi di legge.

Statuto

ART. 1 – COSTITUZIONE E DENOMINAZIONE

E’ costituita dai Sig.ri Gea Sepe Einaudi e Alessandro Benedetti, con sede legale in Milano, Via Ciovassino, 1/a l’Associazione Sportiva Dilettantistica denominata:

WorldSoul – Onlus

E’ fatto obbligo dell’uso, nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo comunicazione rivolta al pubblico, della locuzione organizzazione non lucrativa di utilità sociale” o dell’acronimo “ONLUS”.

2. L’ Associazione ha struttura e contenuti democratici; la sua durata è illimitata.

3. L’Associazione si fregia di uno stemma raffigurante il disegno stilizzato di una donna e un cavallo di color verde.

4. La denominazione sociale può eventualmente essere integrata con altre espressioni con delibera espressa del Consiglio Direttivo.

ART. 2 – SCOPI E FINALITA’

1. La Associazione non ha fine di lucro e ha lo scopo di praticare e propagandare l’attività sportiva equestre rivolgendosi in modo esclusivo verso persone disabili, con l’unico obiettivo di perseguire finalità di solidarietà sociale. Nel rispetto di quanto previsto dall’art. 10 comma 1 lett. c, d.lgs, 460/1997, l’Associazione ha il divieto di svolgere attività diverse da quelle istituzionali, ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse. L’Associazione intende uniformarsi, nello svolgimento della propria attività, ai principi di democrazia ed uguaglianza di diritti di tutti gli Associati con la previsione della elettività delle cariche sociali di tutti gli associati.

2. Per il perseguimento dei propri scopi, l’Associazione potrà svolgere le seguenti attività:

  • promuovere e diffondere il Dressage e il Paradressage (Dressage puro), attraverso l’addestramento dei cavalli e la preparazione di una squadra di atleti paralimpici. Gli atleti paralimpici saranno classificati in gradi determinati in funzione delle loro capacità residue da esprimere a cavallo, in base alla loro patologia di disabilità;
  • curare la preparazione tecnica, agonistica e organizzativa delle proprie squadre, quando partecipano ai Giochi Paralimpici o ad altre competizioni nazionali e internazionali;
  • indire, organizzare, patrocinare gare sportive per persone disabili che si vogliono avvicinare al Dressage e al Paradressage ad ogni livello, in campo provinciale, regionale, nazionale e internazionale;
  • promuovere i rapporti e lo scambio di informazioni con tutte le Associazioni, Federazioni o gruppi di persone che, in Italia o all’Estero, agiscono in campi analoghi;
  • sostenere l’attività di formazione, che, come previsto dall’art. 10 comma 1 lettera a), d.lgs. n. 460/1997, dovrà essere rivolta esclusivamente nei confronti di soggetti svantaggiati e/o al personale dell’associazione, attraverso diverse iniziative, anche in collaborazione con altre Federazioni Sportive Nazionali Olimpiche e Paralimpiche e con altri Enti e/o Istituzioni Pubbliche predisposte;
  • concorrere, in ossequio alle specifiche disposizioni del Comitato Italiano Paralimpico, all’adozione di misure di prevenzione e repressione del doping nello Sport e di tutela sanitaria degli Sportivi Paralimpici;
  • promuovere e diffondere la tutela e lo sviluppo degli sport equestri, favorendo la partecipazione attiva di atleti disabili;
  • organizzare attività sportive dilettantistiche, permettendo alle persone disabili di praticare lo sport equestre a carattere amatoriale e dilettantistico;
  • organizzare attività formative e didattiche,- teoriche e pratiche - che, così come previsto dall’art. 10 comma 1 lett. a), del d.lgs. n. 460/1997, dovranno essere rivolte esclusivamente nei confronti di soggetti svantaggiati e/o al personale dell’associazione, per l’avvio, l’aggiornamento e il perfezionamento nello svolgimento della pratica dello sport equestre;
  • provvedere al mantenimento dei cavalli dell’Associazione;
  • realizzare ogni iniziativa utile o necessaria per lo sviluppo delle attività sopra descritte nel rispetto dei limiti previsti dalla legge.

Per il raggiungimento delle sopraindicate finalità, la Associazione potrà organizzare, per le persone disabili, gare, concorsi, stage, manifestazioni ed altre iniziative specifiche, miranti alla promozione, al coordinamento, e alla pratica, anche a scopi formativi degli sport equestri. L’Associazione intende altresì provvedere alla assistenza continua delle persone disabili, allievi della scuola e non, attraverso l’impiego di istruttori, tecnici e personale qualificato.

A fini organizzativi, l’Associazione potrà acquisire a titolo di proprietà, locazione o comodato, strutture ed attrezzature idonee alla pratica della disciplina equestre. Potrà inoltre compiere operazioni immobiliari, mobiliari, finanziarie, commerciali e pubblicitarie, connesse e correlate agli scopi istituzionali e necessarie al raggiungimento delle finalità statutarie. Infine, si propone di svolgere, occasionalmente, attività di carattere marginale, connesse agli scopi istituzionali, anche a carattere commerciale, al fine di reperire i fondi necessari al raggiungimento delle proprie finalità. Si precisa che, l’esercizio dell’attività connesse sarà svolto esclusivamente nel limiti previsti dall’art. 10 comma 5 d. lgs. 460/1997 .

ART 3 – RISORSE ECONOMICHE E PATRIMONIO

1. L’Associazione trae le risorse economiche per il funzionamento e lo svolgimento della propria attività da:

  • quote associative ordinarie;
  • contributi associativi;
  • entrate derivanti da attività marginali commerciali e produttive rispettando i limiti previsti dall’art.10 comma 5 d.lgs 460/1997;
  • entrate derivanti dall’organizzazione di gare o manifestazioni di carattere sportivo;
  • erogazioni liberali da parte di persone fisiche, società, enti pubblici e privati;
  • donazioni, eredità legati a lasciti testamentari;
  • rendite di beni mobili ed immobili pervenuti all’Associazione;
  • entrate derivanti da raccolte pubbliche di fondi.

2. I fondi sono depositati nelle casse sociali e presso l’Istituto di credito stabilito dal Consiglio Direttivo.

3. E’ fatto espresso divieto all’Associazione di distribuire anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, fondi, riserve e capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione siano imposte dalla legge o siano effettuate a favore di altre ONLUS che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura.

4. Nel caso di raccolta pubblica di fondi e altre attività di carattere commerciale occasionali e saltuarie, l’Associazione provvederà a redigere l’apposito Rendiconto previsto dalla normativa vigente.

5. Il patrimonio sociale è costituito:

  • dagli impianti sportivi di proprietà dell’Associazione;
  • dai trofei aggiudicati definitivamente in gare o dai premi;
  • dal materiale di scuderia e di selleria e da ogni altro relativo attrezzo;
  • dagli eventuali avanzi di bilancio accantonati a fondo riserva;
  • da tutti gli altri beni mobili ed immobili, ivi compresi gli equini di proprietà della Associazione;
  • dalle donazioni, lasciti e successioni.

ART. 4 – ASSOCIATI

1. Fermi restando i principi di democrazia ed uguaglianza di diritti di tutti gli Associati, questi ultimi si distinguono nelle seguenti categorie:

  • Onorari;
  • Fondatori;
  • Effettivi;
  • Juniores;
  • Altre categorie a discrezione del Consiglio Direttivo.

Gli Associati possono essere divisi nelle seguenti tipologie:

  • Dirigenti;
  • Cavalieri;
  • Tecnici;
  • Cavalieri proprietari dei cavalli iscritti al repertorio sportivo F.I.S.E. che partecipano a manifestazioni riconosciute.

2. Ai sensi dell’art. 148, c. 8 T.U.I.R. 917/86, non possono essere ammessi associati temporanei.

3. Possono essere Associati Onorari:

  • i cittadini italiani e/o stranieri che si siano particolarmente distinti negli Sport Equestri o che abbiano sensibilmente contribuito allo sviluppo dell’Associazione;
  • altre personalità insigni per pubblico riconoscimento.

Le nomine ad Associato Onorario sono riservate all’Assemblea Straordinaria degli Associati su proposta del Consiglio Direttivo. Gli Associati Onorari sono esentati dal pagamento della quota associativa.

4. Sono Associati Fondatori le persone indicate nell’Atto Costitutivo.

5.Sono Associati Effettivi della Associazione tutti i cittadini italiani e/o stranieri maggiorenni, che presentino la domanda di ammissione e vengano accettati nella Associazione secondo le modalità di cui infra c. 8.;

6. Sono Associati Juniores i cittadini italiani e/o stranieri di età non superiore agli anni diciotto, che ottemperino alle disposizioni dello Statuto e del regolamento e che, presentata la domanda di ammissione secondo le modalità di cui infra c. 9, siano stati accettati nella Associazione secondo le modalità di cui infra c. 8.. Gli Associati Juniores

non hanno diritto di voto nelle Assemblee.

8. Domanda di ammissione: l’Associazione può essere formata da un numero illimitato di Associati. Possono essere Associati tutti coloro che ne facciano espressa domanda, siano accettati da parte del Consiglio Direttivo, o da un altro soggetto da questo delegato allo scopo, versino la quota di associativa e che dichiarino nella domanda scritta di ammissione:

  • di voler partecipare alla vita associativa;
  • di accettare, senza riserve, lo Statuto dell’Associazione e le norme regolamentari interne circa l’utilizzo delle attrezzature e dei beni della Associazione;
  • di rispettare lo Statuto.

9. In caso di domanda di ammissione presentata da minorenni, la stessa dovrà essere controfirmata dall’esercente la potestà parentale. Il genitore che sottoscrive la domanda rappresenta il minore a tutti gli effetti nei confronti dell’Associazione e risponde verso la stessa per tutte le obbligazioni – attive e passive - dell’associato minorenne.

ART. 5 – DIRITTI E DOVERI DEGLI ASSOCIATI

1. I diritti e gli obblighi degli Associati, di qualsiasi categoria, sono strettamente personali e non possono essere ceduti o trasferiti per qualsiasi titolo o motivo.

2. Ai sensi dell’art. 148, c.8 T.U.I.R. 917/86, agli Associati sarà garantita uniformità di rapporto associativo e modalità associative volte ad assicurare l’effettività del rapporto medesimo senza limiti temporali e con diritto di voto, a condizione che abbiano raggiunto la maggiore età, per tutte le materie sottoposte all’approvazione dell’Assemblea degli associati.

3. Gli Associati hanno diritto:

  • di conoscere i programmi con i quali l’ Associazione intende attuare gli scopi sociali;
  • di frequentare i locali dell’ Associazione posti a disposizione degli Associati;
  • di recedere dal rapporto associativo in qualsiasi momento.

3. Gli Associati sono obbligati:

  • ad osservare il presente Statuto e le deliberazioni adottate dagli organi sociali;
  • a pagare la quota associativa;
  • a svolgere le attività preventivamente concordate;
  • a mantenere un comportamento conforme alle finalità dell’Associazione;
  • a utilizzare correttamente gli impianti e le attrezzature sportive, impegnandosi alla conservazione e al buon uso delle stesse.

4. L’Associato di qualsiasi categoria che non osservi lo Statuto, che non si adegui alle disposizioni emanate dal Consiglio Direttivo, che si renda in ogni caso indesiderabile per il suo comportamento, potrà essere deferito al Consiglio Direttivo per l’adozione di eventuali sanzioni o per esserne radiato secondo le norme del presente Statuto.

6. La qualifica di Associato si perde:

  • per recesso, quando l’associato presenti formale domanda al Consiglio Direttivo, che delibera sulle stesse.
  • per decadenza, quando l’associato non esplica più l’attività per la quale è stato ammesso;
  • per esclusione, quando l’Associato è moroso nel pagamento della quota associativa; oppure sia incorso in inadempienze degli obblighi derivanti dal presente Statuto o dai regolamenti, o quando siano intervenuti gravi motivi che rendano incompatibile la prosecuzione del rapporto associativo;
  • per radiazione deliberata del Consiglio Direttivo. Tale delibera è insindacabile ed inappellabile.

La decadenza e l’esclusione vengono deliberate dal Consiglio Direttivo. La delibera deve essere comunicata allo stesso associato con lettera raccomandata A.R. o tramite PEC.

L’associato escluso con provvedimento definitivo non potrà essere più ammesso. L’esecuzione del provvedimento definitivo incombe al Consiglio Direttivo.

ART. 6 – ORGANI

1. Gli Organi della Associazione sono costituiti da:

  • l’Assemblea degli Associati;
  • il Consiglio Direttivo;
  • il Presidente dell’Associazione;
  • il Vice Presidente;
  • il Segretario.

Sono inoltre organi dell’ Associazione, se nominati dalla Assemblea Ordinaria degli Associati:

  • Il Collegio dei Revisori.

ART. 7 – ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI

1. L’ Assemblea degli Associati è la riunione in forma collegiale degli Associati; è costituita da tutti gli Associati maggiorenni, che siano in regola con il pagamento della quota associativa; è il massimo organo deliberativo della Associazione; può essere Ordinaria e Straordinaria.

2. Ai sensi dell’art. 148, c.8 T.U.I.R. 917/86, ogni Associato ha diritto ad un voto, ed è escluso il voto per delega.

3. All’ Assemblea sono demandate tutte le decisioni concernenti la attività necessaria per il conseguimento delle finalità associative.

4. La convocazione dell’Assemblea, sia Ordinaria sia Straordinaria, avverrà con pubblicazione affissa nella sede della Associazione e, se esistente, anche con pubblicazione nel sito Web dell’Associazione, almeno otto giorni prima della data prescelta per la riunione.

5. Entrambe le Assemblee sono presiedute dal Presidente o, in sua assenza o impedimento, dal Vice Presidente o dal Consigliere avente maggiore anzianità come Associato; ove due Consiglieri avessero pari anzianità come associato, la presidenza dell’Assemblea sarà assunta dal più anziano di età tra i due.

6. Il verbale viene redatto dal segretario dell’ Assemblea. In casi di assenza o di impedimento del Segretario, il Presidente incarica uno degli Associati alla redazione verbale. Il verbale, firmato da Presidente dell’Assemblea e da chi lo ha redatto, è conservato agli atti dell’Associazione e ogni associato può prenderne visione.

7. L’ Assemblea vota, a scelta del suo Presidente, per alzata di mano o per appello nominale.

ART. 8 – ASSEMBLEA ORDINARIA

1. L’Assemblea Ordinaria è convocata dal Presidente, almeno una volta all’anno per l’approvazione del rendiconto, e, in caso di assenza o di inadempimento, dal Vice Presidente, con delibera del Consiglio Direttivo.

2. L’Assemblea Ordinaria è idonea a deliberare quando sia stata regolarmente convocata e, in prima convocazione, siano presenti almeno la metà del totale degli Associati con diritto di voto. Trascorsa un’ora da quella fissata per la prima convocazione, l’Assemblea si intende riunita in seconda convocazione ed idonea a deliberare qualunque sia il numero degli Associati intervenuti.

3. La Assemblea Ordinaria delibera con il voto favorevole della maggioranza semplice del totale degli Associati con diritto di voto presenti.

4. Sono compiti della Assemblea Ordinaria:

  • l’ approvazione del Rendiconto Consuntivo e del Bilancio preventivo;
  • la discussione e l’approvazione della relazione tecnica, morale e finanziaria presentata dal Consiglio Direttivo;
  • l’elezione del Presidente dell’Associazione, del Consiglio Direttivo e degli altri eventuali organi previsti dallo Statuto;
  • ogni altro argomento non riconducibile alla competenza degli altri organi del sodalizio e non espressamente riservato alla competenza dell’Assemblea Straordinaria.

ART.9 – ASSEMBLEA STRAODINARIA

  • L’Assemblea Straordinaria è convocata dal Presidente ogni qualvolta egli lo ritenga necessario o su richiesta scritta di almeno la metà dei membri del Consiglio Direttivo o di un decimo del totale degli Associati con diritto di voto. Nella richiesta di convocazione i richiedenti dovranno esprimere per iscritto le materie da trattare e le eventuali proposte che essi intendono presentare.
  • L’Assemblea Straordinaria è idonea a deliberare quando sia stata regolarmente convocata, la prima convocazione è valida soltanto se risultano presenti almeno la metà del totale degli Associati aventi diritto di voto. In seconda convocazione, essa può validamente deliberare purché siano presenti almeno un terzo del totale degli Associati. L’Assemblea Straordinaria, sia in prima sia in seconda convocazione, delibera con il voto favorevole di almeno metà del totale degli Associati presenti, abilitati al voto.
  • L’ Assemblea Straordinaria delibera su:
  • le modifiche da apportare allo Statuto;
  • le questioni di particolare importanza e gravità per la vita ed il funzionamento dell’ Associazione;
  • lo scioglimento della Associazione e devoluzione del patrimonio ;
  • nomina degli Associati Onorari.

ART. 10 – IL PRESIDENTE E IL VICE-PRESIDENTE

1. Il presidente dell’Associazione è eletto dall’Assemblea Ordinaria tra gli Associati, dura in carica quattro anni, rappresenta agli effetti di legge la Associazione stessa, convoca le Assemblee degli Associati e il Consiglio Direttivo, ne presiede le adunanze e ne firma le deliberazioni, firma il Rendiconto annuale consuntivo e il Bilancio preventivo da presentare agli Associati e dichiara aperte le Assemblee. In caso di sua assenza o temporaneo impedimento, le sue funzioni sono esercitate dal Vice Presidente eletto in seno al Consiglio Direttivo, o, in difetto, dal Consigliere più anziano.

2. Il Vice Presidente della Associazione è eletto dal Consiglio Direttivo, dura in carica quattro anni, coadiuva il Presidente nell’espletamento delle sue funzioni e lo sostituisce nei casi e nei modi previsti dallo Statuto. In caso di impedimento definitivo, per qualsiasi motivo, del Presidente, rimane in carica per gli affari ordinari e per la convocazione dell’ Assemblea per l’elezione di tutte le cariche associative.

ART. 11 – IL CONSIGLIO DIRETTIVO

1. Il Consiglio Direttivo è composto da: il Presidente della Associazione, che lo presiede, il Vice Presidente, uno o più consiglieri, purché in numero dispari, secondo quanto sarà deliberato di volta in volta, in sede di elezione, dall’Assemblea degli Associati.

2. I Consiglieri sono eletti dalla Assemblea tra gli Associati. Il Consiglio Direttivo dura in carica quattro anni ed i suoi componenti sono rieleggibili.

3. Il Consiglio Direttivo ha il compito di realizzare gli scopi sociali. In particolare, e senza che la seguente elencazione debba intendersi limitativa, ha le seguenti attribuzioni, facoltà e funzioni:

  • attuare le deliberazioni dell’Assemblea e dirigere l’Associazione con tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione;
  • prendere tutte le deliberazioni occorrenti per l’amministrazione e la conduzione della Associazione, inclusi l’assunzione ed il licenziamento del personale di qualsiasi categoria;
  • definire e predisporre il regolamento interno da far approvare all’assemblea degli associati;
  • stabilire le date dell’Assemblee Ordinarie degli Associati almeno una volta all’anno e convocare la Assemblea Straordinaria qualora lo reputi necessario o venga chiesto dagli Associati;
  • redigere il Rendiconto annuale consuntivo ed il Bilancio preventivo della Associazione da sottoporre alla approvazione della Assemblea degli Associati;
  • stabilire l’importo delle quote associative, per gli Associati e fissarne le modalità di pagamento;
  • esaminare le domande di ammissione degli aspiranti Associati per poi deliberare l’eventuale accettazione, nonché deliberare in merito al passaggio degli stessi da una categoria all’altra, proporre la nomina degli Associati Onorari da sottoporre all’accettazione in sede di Assemblea;
  • deliberare sulla decadenza ed esclusione degli Associati, nonché adottare i provvedimenti di esclusione verso gli Associati, qualora si dovessero rendere necessari.

4. Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente mediante avviso da far pervenire a ciascun Consigliere, anche in modo informale, con almeno tre giorni di anticipo sulla data della riunione. Esso deve essere riunito almeno ogni sei mesi e ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno.

Il Presidente è tenuto a convocare il Consiglio su richiesta scritta della maggioranza dei consiglieri: qualsiasi convocazione del Consiglio dovrà comunque contenere l’elencazione delle materie da trattare. Le riunioni del Consiglio sono valide purché sia presente almeno la maggioranza dei suoi componenti. Le riunioni sono presiedute dal Presidente, o in sua assenza, da un Vice Presidente o dal Consigliere con maggiore anzianità di Associato: le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti e, in caso di parità prevalente il voto del Presidente dell’Associazione.

5. Le votazioni sono fatte per alzata di mano o appello nominale.

I consiglieri sono tenuti sul loro onore a mantenere segrete le discussioni e le opinioni espresse all’interno del Consiglio.

ART. 12 - IL SEGRETARIO

1. Il Segretario è nominato dal Consiglio anche tra Associati non facenti parte del consiglio stesso. Dura in carica finché vige il Consiglio che lo ha nominato.

2. Il Segretario collabora con il Presidente e cura la esecuzione delle decisioni del Consiglio Direttivo, redige i verbali dell’Assemblee ed ha la responsabilità di far osservare la disciplina interna dell’Associazione, anche nei riguardi del personale dipendente.

ART. 13 – COLLEGIO DEI REVISORI

1. La Assemblea Ordinaria ha la facoltà di nominare il Collegio dei Revisori.

2. Il Collegio dei Revisori è composto da tre membri effettivi e da due supplenti eletti dall’Assemblea. I Revisori Effettivi eleggono tra di loro il Presidente in occasione della loro prima riunione. Il Collegio dei Revisori ha il controllo della gestione contabile dell’Associazione e presenta una relazione scritta all’Assemblea sui controlli effettuati. In caso di vacanza di un membro effettivo del Collegio, subentrerà un Revisore supplente.

ART.14 - DECADENZA DEGLI ORGANI ASSOCIATIVI

1. I componenti degli organi associativi decadono:

  • per dimissioni;
  • per revoca.

2. La revoca viene deliberata dall’Assemblea degli Associati, sentito il Presidente.

3. Le dimissioni, o la revoca, del Presidente dell’ Associazione comportano la decadenza del Consiglio Direttivo. In tal caso si applicano le disposizioni di cui infra ART. 11, c. 2..

4. Le dimissioni, o la revoca, degli altri componenti del Consiglio Direttivo determinano la loro sostituzione per cooptazione sino alla successiva Assemblea, la quale provvederà alla nomina del componente sostituito.

ART. 15 – ESERCIZIO FINANZIARIO

1. L’esercizio finanziario ha inizio l’1 Gennaio e termina il 31 Dicembre di ogni anno.

2. Ai sensi dell’art. 148, c.8 T.U.I.R. 917/86, il Consiglio Direttivo redige annualmente il Rendiconto economico e finanziario dell’attività svolta secondo la vigente normativa e lo sottopone all’approvazione dell’Assemblea Ordinaria da convocarsi entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio.

3. Il Rendiconto deve essere accompagnato da una relazione tecnica, morale e finanziaria presentata dal Consiglio Direttivo.

Gli utili e gli avanzi di gestione dovranno essere impiegati obbligatoriamente per la realizzazione della attività istituzionali o di quelle ad esse direttamente connesse.

ART. 16 – MODIFICAZIONI DELLO STATUTO

Le modificazioni del presente Statuto dovranno essere assunte dall’Assemblea Straordinaria con il voto favorevole di almeno 2/3 dei voti validi espressi in assemblea.

ART. 17 – SCIOGLIMENTO DELLA ASSOCIAZIONE E DEVOLUZIONE DEL PATRIMONIO

  • L’Associazione si scioglie per valida deliberazione dell’Assemblea Straordinaria dei soci appositamente convocata. Per deliberare lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio, occorre il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati.
  • In caso di scioglimento per qualunque causa, tutto il patrimonio sociale che eventualmente rimanesse dopo l’estinzione dei debiti, dovrà essere devoluto ad altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui l’art. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.
  • L’individuazione delle strutture cui devolvere il patrimonio sociale sarà effettuata dal Consiglio Direttivo o dai liquidatori.

ART. 18 – CLAUSOLA COMPROMISSORIA

1. Tutte le controversie insorgenti tra l’associazione e gli associati e tra gli associati medesimi saranno devolute all’esclusiva competenza di un Collegio arbitrale, questo sarà composto da n. 3 (tre) arbitri, due dei quali nominati dalle parti, ed il terzo, con funzioni di Presidente, dagli arbitri così designati, o, in difetto, dall’ordine degli Avvocati dove ha sede l’Associazione.

2. La parte che vorrà sottoporre la questione al Collegio arbitrale dovrà comunicarlo all’altra con lettera raccomandata a.r. da inviarsi entro il termine perentorio di 20 giorni dalla data dell’evento originante la controversia, ovvero dalla data in cui la parte che ritiene di aver subito il pregiudizio ne sia venuta a conoscenza, indicando pure il nominativo del proprio arbitro.

3. L’arbitrato avrà sede presso l’Associazione e il Collegio giudicherà ed adotterà il lodo con la massima liberà di forma dovendosi considerare ad ogni effetto come irritale.

ART. 19 – NORME DI RINVIO

1. Per tutto quanto non espressamente disposto, si intendono richiamate le disposizioni del Codice Civile in tema di Associazione sportiva dilettantistica e Onlus.

2. Tali norme che devono in ogni caso non contrastare con i principi generali sanciti dallo Statuto, hanno efficacia statutaria.